Archivi tag: magia

Magia delle piume

plumage2

Il feticcio è un oggetto che spesso si crede sia fornito di poteri mistici o magici. In realtà, si tratta semplicemente di un mezzo per stimolare le energie con cui ci si collega. Ogni piuma è un feticcio, e può diventare un oggetto sacro.

Come valorizzare e proteggere le vostre piume

Le piume possono essere piuttosto fragili, ed è importante maneggiarle con delicatezza. Ecco alcuni suggerimenti per proteggerle e potenziarne l’energia.

  1. Quando non le usate, avvolgetele nella seta o in un panno morbido per proteggerle, specialmente se non le tenete in una ciotola per feticci.
  2. E’ benefico per le piume essere conservate insieme a ramoscelli di salvia, poichè questa pianta le mantiene vibranti e ne evita il deterioramento.
  3. Ogni tanto, incensate tutte le vostre penne bruciando salvia o una combinazione di salvia. Mentre l’erba fuma, passatevi semplicemente la piuma sopra, girandola continuamente: ciò manterrà le penne purificate e pronte all’uso.
  4. Imparate ad usare il suono con le vostre piume. Cantate con loro, sussurrate, recitate mantra e intonate. Il suono è parte del potere dell’aria, un mezzo dinamico per potenziare l’energia della penna. Sappiate che quando cantate o recitate mantra, la piuma porta con sé tale suono e ne viene onorata. Essa approva sempre questa azione.

Indossare le piume

Ci sono diversi metodi per attivare le energie delle piume (o del vostro uccello totem e collegarvi ad esso) uno è utilizzare una ciotola per feticci, un altro è quello di indossarle. Quest’ultimo è un modo diretto per onorare il vostro totem e serve anche a ricordarvi continuamente l’intervento della sua energia nella vostra vita. Vi sono molti modi per per indossare le penne, e nessuno di essi può considerarsi più corretto di un altro. L’elenco che segue propone solo alcuni dei modi più decorativi e creativi. Sperimentate, inventate…

  1. Intrecciatele nei capelli.
  2. Attaccatele in un braccialetto.
  3. Appendetele ai bottoni della blusa o della camicia.
  4. Legatele alle caviglie (metodo molto efficace con piccole penne in via di formazione. Fate attenzione che non siano troppo lunghe, o finirete per calpestarle).
  5. Fatene una collana.
  6. Legatele ai passanti per la cintura.
  7. Attaccatele a portafogli o borse.
  8. Fatene orecchini.
  9. Attaccatele ad oggetti personali che usate o che solitamente portate con voi.

 

Fonte: “Segni e presagi del mondo animale” Ted Andrews

Annunci

Monete e magia

500_Lire_3_caravelle_1966_retro

Nel folklore le monete come oggetti magici sono onnipresenti, e utilizzate per molteplici scopi. Basti pensare ai penny fortunati, al luogo comune di lanciare una moneta in aria per decidere l’esito di una determinata situazione, o al lancio di una monetina in un pozzo o in una fontana per propiziarsi la fortuna. L’usanza di mettere nelle fondazioni di una casa nuova, monete e qualcosa d’oro, per augurare prosperità alla famiglia che vi abiterà. E ancora sono di felice augurio i soldi bucati e le monete coniate negli anni bisestili.
Oltre all’infinità di metodi per propiziare la fortuna, le entrate di denaro e ai tantissimi incantesimi porta-guadagno, le monete venivano e vengono usate per scoprire se si è sotto attacco magico, per rivelare se c’è il malocchio… il metodo più semplice era quello di perforare una monetina e legarla con un filo rosso intorno alla caviglia; se la moneta diventava nera si era sotto attacco. Nel libro Black Magic: Religion & the African-American Conjuring Tradition di Yvonne P. Chireau menziona, oltre al sopracitato uso della monetina, diversi altri metodi per scoprire se oggetti o persone fossero sotto influssi negativi o sotto attacchi magici. Un altro metodo era quello di far bollire una monetina insieme agli elementi sospettati di essere una fattura. Oppure mettere una moneta sotto la lingua della persona che pensa di essere sotto un maleficio.
Le monete possono essere utilizzate anche come offerta per gli spiriti. Secondo alcuni la terra del cimitero dovrebbe essere prelevata lasciando in cambio 3 monete e un po di whisky o rum.
Le monete d’argento sono sicuramente le più pregiate e le più potenti. Sono molto utilizzate nella magia lunare e negli incantesimi di guarigione.
Un’altro interessante impiego delle monete ha a che fare con la cura delle verruche. Secondo quest’usanza, infatti, strofinando la verruca su una moneta quest’ultima guariva (oppure se la verruca era molto grossa era necessario fasciarla con sopra la moneta per un tot di giorni). Ovviamente questo procedimento non poteva essere effettuato da chiunque ma bisognava rivolgersi ad un guaritore. Questo tipo di cura è descritto anche nel libro di Gerald C. Milne “Signs, cures, and Witchery: German Appalachian Folklore” insieme ad altre cure per le verruche utilizzate dai guaritori degli Appalachi.

Sono tantissime le tradizioni magiche e folkloristiche legate alle monete. Se ne conoscete altre, non esitate a condividerle!

Fonti:
Web, New World Witchery.