Archivi categoria: Sabba

Stelle Scandinave

Yule è ormai alle porte e io sono sempre quella dell’ultimo momento… Oggi cercando ispirazioni per qualcosa di carino da creare per il solstizio d’inverno mi sono imbattuta in questa immagine-tutorial e ho deciso di condividerla con voi! Volevo realizzarne una ma non avendo paglia a disposizione, ho fatto un tentativo con una specie di spago grosso e più che una stella è venuto fuori un fiore! E’ carino ugualmente ma sicuramente non è in tema yule! Se avete la possibilità di realizzarle sono carinissime e potete appenderle all’albero oppure semplicemente usarle come decorazione per l’altare.

Per vedere l’immagine ingrandita cliccateci su

Scandinavian-Stars


Lughnasadh

1 Agosto

wheatsunset_stev (2)Questo Sabba è il primo dei tre dedicati al raccolto che apre il periodo in cui si mietono i cereali e si comincia a raccogliere la frutta che si conserverà per l’inverno. Il lavoro della primavera e dell’estate è finalmente ripagato con il primo raccolto dell’anno. Questo è conosciuto come il periodo in cui le piante della primavera maturano e cedono i loro frutti e semi per il nostro uso.
Con l’autunno che inizia, il Dio Sole inizia ad invecchiare, ma non è ancora morto. Il Dio simbolicamente perde un pò della sua forza così come il Sole che sorge sempre più a Sud ogni giorno e la notte che inizia a crescere. Il Re Sole, adesso Signore dell’Oscurità, da la sua energia al raccolto per assicurare la vita mentre la Madre si prepara a dar via il suo aspetto alla Crona.
E’ il momento in cui i giorni si accorceranno e i campi matureranno. I lunghi giorni d’estate ormai sono passati e noi vedremo i frutti dei nostri sforzi. Adesso è il momento di raccogliere.
Festeggiamo questo periodo dell’anno celebrando l’estate. Lunghe ore di luce solare, giardini rigogliosi, frutti del raccolto, verdure, erbe, conservazione. Celebriamo l’estate avendo però già un occhio all’inverno che verrà. La celebrazione di questo Sabbat è una pausa per rilassarci e aprirci ai cambiamenti della stagione, così che si può essere tutt’uno con le energie e ottenere ciò di cui abbiamo bisogno.
E’ un momento di riflessione importante sulla ruota dell’anno: insegna l’importanza dell’ equilibrio non solo nella natura ma anche nella vita personale. Infatti tutto ciò che è vivo nasce, cresce, conosce il declino e si avvia verso la morte, per poi tornare a nascere completando cosi il grande ciclo universale che perpetua la vita. E’ una festa che celebra sia il Dio che la Dea, un tempo sia di principio femminile che maschile, ma anche un momento di transizione. Anche se maturiamo ciò che abbiamo costruito, raccogliamo i meriti per il nostro lavoro, il Dio si sacrifica volontariamente per mano della Dea e il sangue è sui campi come i semi a primavera. Il grano che matura è prodotto di una pianta morente. La promessa di una nuova vita è nel cuore di ogni spiga che matura, trasformandosi in grano e quindi in farina e quindi in pane che ci sosterrà nei mesi che verranno.
Il suo Spirito è nel grano e nel granturco, la sua linfa viene versata sui campi. Così come il Dio muore nella raccolta, lui rivive dai suoi stessi germogli. Ecco così la legenda del Dio che viene sacrificato e quindi torna a vivere, ancora ed ancora. La Dea stessa, nella sua fase di Madre abbondante e prodiga è presente come mietitrice del grano, di anime e di vita, la Crona che gentilmente conduce la vita nella morte per poter ricreare ancora vita.
Il grano è sempre stato associati a divinità che venivano uccise e smembrate e che ritornavano dal mondo sotterraneo come Tammuz, Osiride e Adone. La storia di Demetra e Persefone è un ciclo di morte e rinascita associato al grano. Demetra, la Dea della fertilità, non avrebbe lasciato crescere nulla finchè sua figlia non fosse stata liberata dal mondo Sotterraneo.
Per questa ragione fare il pane, specialmente quello di granturno è atto sacro in questo sabbat. Le torte rituali a volte hanno il volto degli Dei. Siate sicuri di invocare il Dio del Grano quando preparate il pane/torta e di infondere le vostre sicurezze all’impasto.
Ma non dimentichiamo che Lughnasad è un sabbat, è dunque un momento di festa! Sfornate il vostro pane e mangiatelo tagliandolo con le mani e ricordate il Dio nelle vostre preghiere!

Questo è il tempo per insegnare ciò che avete appreso, per dividere i frutti della vostra conoscenza con il mondo.

Festa di Lughnasad: la Festa del Grano

Grazie alle feste celtiche oggi stiamo imparando a riappropriarci della dimensione magica del tempo, così come veniva vissuta negli antichi rituali pagani, per ritrovare le nostre lontane radici spirituali e comprendere miti, simboli, tradizioni, leggende, festività in relazione ad alcuni fondamentali momenti di passaggio dell’anno.
In Agosto ricorre la festività celtica e pagana di Lughnasad, una festa di ringraziamento per il raccolto che viene chiamata anche “Festa del Grano”.
“Lughnasad” (che troviamo scritto anche come “Lughnasadh” o “Lughnasa”, e in Irlandese moderno “Lúnasa”, il nome gaelico del mese di Agosto) è una festività che la tradizione celebra indicativamente il 1° Agosto. Questo è il periodo del raccolto dei cereali per i paesi celtici del nord Europa, dove la maturazione avveniva più tardi. Lughnasad era una delle quattro feste principali della religione celtica, l’ultima grande festività del calendario e il suo nome significa “commemorazione o assemblea di Lugh”. Secondo la tradizione dedicata a Lugh, il dio del Sole della mitologia celtica. Lugh viene chiamato con gli attributi onorifici di Lamfada, «dal Lungo Braccio» (una rappresentazione del raggio solare) e Samildánach, «dalle molte arti». Venerato poiché abile in ogni arte conosciuta, di cui è anche divino ispiratore, in questa particolare festa era celebrato come distributore di ricchezze. Per i popoli antichi queste ricchezze erano cibo per tutti, il “pane quotidiano”.

Corrispondenze

Colori: Rosso, Oro, Arancio, Verde
Cibi Tradizionali: Frutti del primo raccolto, Mele, Pane, Bacche, Grano, Patate, prodotti locali. Torte appena sfornate, sidro, nirra, agnello arrosto Erbe: Malvarosa, Erica, Prugna selvatica, Grano, Orzo, Acacia, Aloe, Incenso, Mirto, Foglie di Quercia, Girasoli
Incenso: Rosa, Sandalo
Oli: Rosa, Gelsomino, Garofano, Lillà e Gardenia
Cristalli: Corniola, Citrino, Ambra, Tormalina, Avventurina, Peridoto, Sardonite
Dei: Demetra, Persefone, Cerridwen, Faunus, Lugh, Cerere e tutti gli dei che presiedono sull’agricoltura.
Candele: Oro, Arancio, Verdi, Marrone chiaro
Decorazioni per l’altare: Grano, Orzo, frutta, pane, bamboline di grano

Fai da te

Cuscinetti di Lavanda

2 cucchiai di lavanda
1/2 cucchiaio di fiori di papavero
1/2 cucchiaio di fiori di giaggiolo
3/4 cucchiaio di bacche di ginepro
8 gocce di olio di lavanda
4 gocce di olio di rosmarino
2 parti di panno giallo e arancio, filo e ago

Combinate tutti gli ingredienti in una scodella e coprite leggermente. Lasciate che le fragranze stiano per circa 2 settimane ad unirsi tra loro. Cucite i due quadratini di tessuto, lasciando un angolo aperto e mettete la mistura di erba. Una volta inserite le erbe cucite anche quell’angolo.

Pane di Granturco

85 gr di farina 00
180 gr di farina gialla di mais
12 gr di lievito
25 gr di zucchero
4,5 gr di sale
50 gr burro fuso
185 cc di latte
1 uovo intero

Preriscaldare il forno a 220° . Imburrate una teglia da forno di circa cm. 20×20. In una ciotola amalgamate con le mani tutti gli ingredienti e, mentre li mescolate, recitate ripetutamente come una cantilena:

“Granturco e grano portatemi prosperità, gioia e guadagno”

Versate la miscela nella teglia e cuocete in forno per 30/35 minuti. Servite tiepido con burro e miele. A piacere si possono aggiungere all’impasto frutti di stagione a pezzetti o frutta secca.

Incenso di Lammas

1/2 parte di camomilla
1/2 parte di gelsomino
1/2 parte di verbena

qualche goccia di vino rosso

Pergamena dei desideri

Per fare la carta pergamena:

Carta riciclata o semplici fogli
Petali di rosa secchi
Salvia fresca
Lavanda essiccata

In un contenitore grande abbastanza per contenere i fogli di carta (potete usare anche una teglia), mette dell’acqua molto calda e inserite un cucchiaino di Salvia ogni 8 fogli. Pestate la Lavanda e i petali di Rosa nell’acqua. Mescolate e fate attenzione a non mettere le mani nel contenitore. Inserite i fogli facendo attenzione a non accartocciarli. Non fate attaccare due fogli assieme. Lasciateli in acqua per un paio d’ore. Se il colore dei fogli non è cambiato ed è diventato del colore della salvia, lasciatelo finché non succede. Toglieteli dall’acqua e fateli asciugare su una superficie piana.

Una volta pronta la vostra carta pergamena, create una pergamena dei desideri. Scrivendo ciò che dovrà fiorire con il prossimo raccolto e bruciatela nel falò.

Attività per Lughnasadh

  • Cuocete del pane!! Il pane appena fatto e mangiato è una della attività più belle e significative di Lughnasadh.
  • Tessere il grano come per esempio fare le bambole di spighe è un’altra delle attività tradizionali di questa festa. Le bamboline di spighe possono essere utilizzate nei rituali o semplicemente come decorazione.
  • Questo è il periodo in cui si abbandonano i pensieri ridondanti ed inutili e dove le nuove idee vengono fortificate. Riflettete sulla vostra vita e prendete nota sul vostro diario.
  • Mettere da parte e piantare i semi dei frutti consumati durante il rituale. Se germogliano, crescere la pianta o l’alberello con amore e come simbolo della vostra connessione con La Madre e il Padre.
  • Fare dei piccoli cuscini di erba e all’interno una malachite per proteggere i vostri sogni.
  • Iniziare un nuovo libro di ricette di cucina.
  • Raccogliete la pioggia in una boccetta e aggiungete artemisia per usare la mistura per potenziare gli oggetti magici.
  • E’ anche il momento giusto per purificare i vostri strumenti dell’arte con delle fumigazioni di ortica e sandalo.
  • Fare una meditazione in cui vi visualizzate mentre completate un progetto che avete iniziato da tempo.
  • Raccogliere dei frutti e delle verdure dal vostro orticello se ne avete uno. Dedicateli agli Dei.
  • Sacrificate ritualmente le emozioni negative, le abitudini nocive, trasferendole in un pezzetto di pane che avrete preparato. Quindi gettatelo nella natura o nel fuoco.
  • Fate della bibliomanzia, questa notte è molto speciale per la divinazione.
  • Includete more e mirtilli nella vostra festa ; erano un frutto tradizionale, la cui abbondanza era segno del raccolto.
  • Purificatevi con delle fumigazioni di ortica.
  • Meditare sul fuoco estivo
  • Consacrare una bottiglia di olio d’oliva che utilizzerete nei rituali.

 

Fonti: Strega delle mele, Scott Cunningham, Sacerdotesse di Avalon forum, web.


Biscotti per Samhain “Dita di Strega”

DSC_1590-001Ogni anno mi sono sempre ripromessa di farli, quest’anno finalmente mi sono decisa e ho messo le mani in pasta, mi sono avvalsa della collaborazione della mamma, è lei la maga in cucina! Abbiamo seguito una ricetta che ho trovato su facebook e sono venuti davvero niente male! Questa è stata solamente una prova, per Samhain abbiamo intenzione di farne molti di più, e di distribuirli un po’ in giro, soprattutto ai più piccini della famiglia…

Eccovi la ricetta:

N.B. è una ricetta Bimby, ma credo che impastandoli a mano il risultato sia lo stesso!

DSC_1593Ingredienti:
300 gr di farina 00
100 gr burro morbido
1 cucchiaino di lievito per dolci
100 gr di zucchero semolato
1 uovo
q.b.mandorle spellate o al naturale
q.b marmellata di ciliegie o di fragole

DSC_1590-002Procedimento: riunire tutti gli ingredienti tranne le mandorle e la marmellata nel BIMBY ed impastare 20 sec. vel. 5…Avvolgete la pasta nella pellicola trasparente e lasciare in frigo per almeno 30 minuti…Passato questo tempo Prenderlo e Ricavare dei cordoncini di pasta da ritagliare ottenendo la forma delle dita di dimensioni pari a circa metà di quella di un vostro dito, in quanto la pasta crescerà durante la cottura. Posizionare sull’estremita’ una mandorla pressando bene in modo da creare un unghia, Date un pizzicotto alla pasta al centro del dito per creare la nocca e successivamente eseguite due tre tagli (leggeri) con un coltello….posizionarli su una teglia rivestita di carta forno ben distanziati tra loro e cuocere in forno caldo a 180 C° per circa 10-15 minuti….Una volta cotte cospargere i bordi delle unghie con poca marmellata. Se le unghie dovessero cadere applicatele, mentre il biscotto è ancora caldo, usando la marmellata come collante…..un idea in piu’ per servirle e’ quella di farle fuoriuscire da una scatola semiaperta…oppure in un tagliere con un coltello accanto e della marmellata di fragole cosparsa sul tagliere….


Litha

Litha è uno dei quattro Sabbat minori. Le celebrazioni solitamente iniziano alla mezzanotte del 20 Giugno e continuano fino al 23. La Dea, che nel suo aspetto di fanciulla ha incontrato il giovane Dio e ha celebrato il matrimonio sacro a Beltane, adesso è Madre, incinta, come la Terra è piena del prossimo raccolto. 

Il 21 Giugno, Litha, è il giorno più lungo dell’anno, giorno in cui il sole è alla sua più alta potenza.

Molte persone credono che il 21 Giugno sia l’inizio d’estate, ma ciò è falso. Molte persone credono che il 21 Giugno sia l’inizio d’estate, ma ciò è falso. L’estate inizia a Beltane, in Maggio. Il 21 Giugno è il momento in cui l’estate raggiunge il suo picco massimo. Questo è il motivo per cui Litha è chiamata spesso Midsummer. E’ il solstizio d’estate, quando avviene il giorno più lungo dell’anno e ovviamente, la notte più breve. Per le energie attribuite al sabbat , Litha è il momento in cui la magia è al massimo della sua potenza. Essendo il giorno più lungo dell’anno rappresenta sicuramente il trionfo del Sole, ma allo stesso tempo anche l’inizio del suo declino. Infatti, dopo questa data, le giornate iniziano ad accorciarsi fino al solstizio d’inverno, quando ricominceranno a crescere. 

La Madre regna come Regina dell’Estate ed è attraverso lei che il suo Consorte raggiunge la realizzazione del ruolo e del suo ultimo sacrificio. Lei è la Terra; lui è l’energia e il calore che è entrata in lei per far nascere nuova vita. La sua energia esploderà con il raccolto, il grano e la frutta che nei prossimi due giri della ruota maturerà e ciberà le persone e gli animali. Il Dio diventerà un voluto sacrificio, cadendo con il raccolto e diventando seme per la sua stessa rinascita. 
La magia d’amore e di guarigione è adatta a questo momento dell’anno. 
Poichè le erbe in questo momento raggiungono il livello massimo di potere e energia, si possono cogliere e far seccare per poi utilizzarle durante tutto l’anno.
La notte di Litha è il momento in cui i Druidi raccolgono le piante magiche e le seccano per utilizzarle in inverno. 
Le erbe possono essere essiccate sul fuoco sacro che oppure scaldate al sole per tanti giorni. Erano considerate magiche in questa notte 5 erbe: le rose, l’iperico, la verbena, la ruta e il trifoglio. 
Un’erba associata a Litha è l’erba di san Giovanni o l’iperico. Questa pianta con le sue infiorescenze brillanti e gialle a quattro punte come la croce solare che è governata dal sole. L’iperico (o erba di San Giovanni) preso in questi giorni può essere appesa sulla vostra porta come un amuleto di protezione. Da notare è l’erba associata a questa festività: l’erba di San Giovanni. La chiesa cattolica, nel suo periodo di “opera di conversione” delle masse pagane trasformò Litha nel giorno di San Giovanni Battista, cambiando così anche il nome dell’erba che si raccoglieva, l’iperico.
Le tradizioni legate alla notte Litha contano l’accensione del falò, che nelle antichità serviva sia per dare luce che per allontanare gli spiriti maligni. Le persone erano soliti saltare il fuoco per avere fortuna. Le strade inoltre erano illuminate con lanterne e vi erano fuochi dovunque. I falò accesi erano un tributo al Sole che, raggiunto l’apice, inizia il suo declino.
E’ il momento anche speciale delle benedizioni agli animali, così come delle protezioni per i vostri compagni di casa. I familiari e gli animali domestici occupano un posto d’onore durante questa festa, e le Streghe fanno entrare i loro animali domestici nel cerchio magico perché ricevano benedizione e magia protettiva.
E’ il momento buono per utilizzare le energie solari e farne scorta immagazzinandole caricando con i riti di questi giorni i cristalli, quali l’ametista, la malachite, l’opale, il topazio giallo, i cristalli di quarzo e tutte le pietre dedicate al Sole.
I cristalli possono essere potentemente caricati al solstizio e siccome il granito dei megaliti di Stonehenge contiene una grande quantità di quarzo, questo cerchio si attiva al Solstizio, generando un forte campo energetico. 
Litha porta con sé molti rituali legati alle fate, basti pensare come la tradizione possa influenzare anche la letteratura. Prendiamo ad esempio Shakespeare e il suo ” Sogno di una notte di Mezz’estate”. Si dice che il piccolo popolo, gli elfi e le fate, possano essere visti con più facilità nella notte del solstizio, perchè il velo tra i mondi è più sottile. Siamo quindi avvisati e ammoniti di fare attenzione quando camminiamo in questa notte nelle nebbie dei boschi, potremmo finire nella terra delle fate e perderci per molto più tempo di quanto crediamo!
Corrispondenze: 

Luna: Luna Diade, Luna degli Amanti e Luna dell’Idromele 
Simboli: Fuoco, Ruota dell’Anno e Fate 
Colori: Bianco, Rosso, Oro, Verde, Blu e Marrone Chiaro 
Divinità: Tutti gli Dei Padri e le Dee Madri, Le Dee incinte e le divinità del Sole 
Cibi Tradizionali: Verdura fresca di tutti i tipi e frutta fresca come i limoni e le arance. Tutti i cibi giallo, arancio. Anche i cibi flambè sono appropriati. Le bevande tradizionali sono la birra chiara, l’idromele, e il succo di frutta fresca. 
Pietre: Smeraldi, Giada, Lapislazzoli 
Erbe: Artemisia, Verbena, Rosa, Caprifoglio, Lillà, Felce, Sambuco, Timo, Margherita,Lavanda, Edera e Garofano. 
Incensi: Limone, Caprifoglio, Lavanda, Rosa e Glicine 
Legna da bruciare: Quercia 
Candele: Verdi, rosse, oro 
Animali: rondini, colombe e tutti gli uccelli estivi, cavalli e mucche. 
Creature magiche: Satiri, fate, draghi e manticore 
Incanti: Rituale di dedicazione, benedizione degli animali, amore, matrimonio, divinazione.
Fai da te
Candele a conchiglia
Cosa Serve: conchiglie, tea lights, olio essenziale a scelta.
Togliete l’aluminio dalle tea lights e fate squagliare le candeline in un pentolino, salvando lo stoppino. Quando la cera è sciolta aggiungete dell’olio essenziale, 2-3 gocce. Io preferisco usare quello di bergamotto. Mescolate bene. Mettete in ogni candela uno stoppino e quindi colate delicatamente la cera sciolta fino a metà.
Fate raffreddare. Più grandi saranno le conchiglie migliore sarà l’effetto.

Potpourri della prosperità:
700 ml d’acqua
4 cucchiai di semi di cardamamono
2 cucchiai di chiodi di garofano integri
3 stecche di cannella
3 bacche di noce moscata
1 cucchaino di zenzero
Unite gli ingredienti in una pentola o in un recipiente per potpourri

Giara delle streghe:
Un barattolo di vetro o una giara con un coperchio
Aghi, spilli, spine, pezzetti di vetro, pezzi da cucito, aghi di pino.
Mettete tutte cose piccole ed appuntite nella vostra giara e seppellitela nel giardino davanti casa o in un vaso al vostro ingresso. Serve a tenere via la negatività e i cattivi pensieri oltre che le invidie. Potete usare qualsiasi cosa che sia appuntito e rotto.

Ghirlanda di girasoli:
Litha Craft
Lasciate ad essiccare limoni e arance a fette. Poi create delle stringhe con le fettine di arance e limoni e con bastoncini di cannella e perline legati a un bastone.
Attività per Litha
  • Poichè è un Sabbat che glorifica il Dio, questo è un tempo ottimo per creare degli amuleti protettivi.
  • Catturate la luce del sole con uno specchio e visualizzandola utilizzatela per i vostri incanti.
  • Prendete ceneri dal falò di Litha e lasciateli cadere sui campi per fertilità.  
  • Fate un picnic in riva al mare con il vostro amore per celebrare ciò che avete di più caro che volete rinasca ancora. Mangiate pane e vino. 
  • Fate delle candele di sabbia per onorare la Dea e il Dio del mare. 
  • Riempite il vostro calderone d’acqua e fiori.
  • La benedizione degli animali è molto comune a Litha, specialmente di quelli che sono designati come protettori della nostra casa.
  • Fate una “giara delle streghe”. 
  • Fate delle coroncine di fiori da portare in testa. 
  • Stringete le mani del vostro amore sopra un falò.
  • E’ un tempo ideale per riaffermare le vostre promesse al Dio e alla Dea nel vostro dedicarvi a seguire l’antica tradizione. 
  • Fate dell’incenso con della camomilla, della gardenia, della lavanda. 
  • La noce moscata, la cannella e il cardamono sono ottime per la protezione e la prosperità dell’anno che viene.
  • Fate una preghiera che ringrazi il raccolto prima di cenare. 
  • Fate un alberello dei desideri. 
  • Piume gialle e piume rosse per prosperità e sessualità.
  • Mettete del timo nell’olio di oliva, quindi passatela sulle vostre palpebre per vedere le fate nella loro notte. 
  • Raccogliete delle conchiglie in riva al mare e conservatele vicino al vostro letto 
  • Piantate un nuovo albero, prendetelo in un vivaio e piantatelo anche in un vaso sul balcone! 
  • Andate in cerca di Felce e raccoglietela per i vostri incanti.
  • Legate assieme delle foglie di finocchio con dei nastrini rossi e metteteli sulle porte per assicurare una vita lunga e protezione alla casa. 
  • Comprate delle cosine per il giardino, dai mobili a nuove piante.
  • Camminate nudi per il vostro giardino per assicurarvi fertilità ed amore. 
  • Cucinate con i petali di rosa : marmellate, torte, biscotti! 
  • Danzate, danzate, tarantolate e danzate ancora.
  • Fate un sacchetto per propiziare i sogni con della cannella e dell’artemisia da mettere sotto al letto. 
  • Inventate una nuova ricetta di cucina a base di verdure fresche di stagione.
  • Mangiate delle albicocche e sotterrate il nocciolo perchè porti nuovo amore.
  • Fate uno scambio di energia con una collega strega, anche a distanza. 
  • Mangiate tanta frutta fresca, magari colta dall’albero. 
  • Legate assieme un ramo di sorbo, uno di ruta e uno di iperico. 
  • Apparecchiate per cena anche se non avete ospiti (se non siete fidanzate) e troverete il nuovo amore.
  • Regalate un ramo di sorbo ad un’altra strega. 
  • Ogni magia andrebbe fare a mezzogiorno, dove il sole è al suo apice. 
  • Mettete sotto il cuscino del gelsomino per propiziare sogni profetici.
  • Portate un braccialetto rosso al polso e alla caviglia. 
  • Prendete dei fiori e fate delle ghirlande da portare sul capo, sull’altare, in casa. 
  • Prendete della ruta, due chicchi di riso, un pò sale e due semi di anice e metteteli in un pezzo di cotone. Quindi infilate in un sacchetto e regalatelo per protezione. 
  • Fate una ghirlanda di gelsomini da mettere attorno al calderone o ad una scodella piena di artemisia. 
  • Mettete del rosmarino in una ciotola d’acqua, quindi spruzzatela negli angoli della vostra casa/stanza. 
  • Prendete delle erbe fresche e lasciatele a seccare sul balcone per speziare i cibi di Litha. 
  • Andate a raccogliere le erbe nei boschi e nei campi. 
  • Fate un cerchio di pietre nel vostro giardino. 
  • Accendete una candela bianca davanti al vostro specchio. Fate la vostra preghiera, quindi lasciatela bruciare. 
  • Fate delle collanine di conchiglie o di perline e portatele indosso. 
  • Disegnate rune ( ad esempio hagalaz ) o figure a sei punte sul bos, carta o dove volete, per protezione. 
  • Passate la giornata all’aperto, ballando, in bicicletta, al mare. 
  • Ricamate un bel sole a punto croce su un sacchetto che userete per i vostri tarocchi. 

Fonti: Strega delle Mele, Camminando fra le Streghe, Web.